Tamburi e bandiere

Nel Medioevo i tamburini e gli sbandieratori rivestivano un ruolo molto importante, soprattutto durante la guerra.

I tamburini venivano utilizzati sia per dare il tempo ai soldati in cammino con marce di guerra, sia per comunicare le istruzioni militari ai vari reggimenti. Batterie di rullanti e timpani, infatti, suonavano a ritmo, attraverso colpi specifici codificati, in modo che tutti potessero capire gli ordini del comandante anche se lontani.

La figura dello sbandieratore invece, aveva il ruolo di “segnalatore”. Attraverso lanci e sventolii, potevano comunicare con i vari reparti quale sarebbe stato il momento propizio per eseguire l’attacco, i movimenti da effettuare con le truppe ed i momenti salienti della battaglia. Ogni casata aveva i propri colori per essere riconosciuti dalle proprie truppe d’appartenenza.

1/7

Lo sapevi che...

Lo sbandieratore era un militare scelto con parsimonia che doveva essere ben istruito. Sovente questa figura militare conosceva più di una lingua, utile per comunicare con i nemici di guerra sul campo di battaglia. Gli sbandieratori catturati nonostante minacce, violenze e torture avevano il dovere di custodire i codici militari di cui si servivano nei conflitti.

-
00:00 / 00:00

Via Roma 6 (c/o Bar Roma)
36075 Montecchio Maggiore (VICENZA)

E-mail: info@faida.it

Telefono: 3341819585

  • Bianco Instagram Icona
  • w-facebook

© 2018 by Associazione Storico Culturale Giulietta e Romeo